157° Rgt Brigata Liguria

Gruppo di rievocazione storica di un reggimento di Fanteria del Regio Esercito Italiano della Prima Guerra mondiale

La Rievocazione Storica

La passione per la Storia, per le Tradizioni e la Cultura dei nostri paesi e delle nostre comunità, il piacere per la didattica e nel far rivivere episodi bellici o semplicemente di vita vissuta di epoche diverse hanno fatto sì che, nel corso degli anni, un certo numero di uomini e di donne, in occasione di feste o commemorazioni di eventi storici particolari, abbiano ricreato scene di vita o ambienti che riportavano ad episodi avvenuti in epoche passate.
Tali attività, all’inizio basate sulla semplice buona volontà di appassionati di storia, nel corso degli anni sono divenute via via più organizzate, conducendo alla creazione di associazioni col compito specifico di richiamare in vita, rievocare appunto, episodi di storia vissuta.
Dopo i primi anni pionieristici, dove la buona volontà e una certa dose di improvvisazione (dovuta anche alla scarsità di fonti documentarie accessibili) la facevano da padrone, nell’ultimo periodo fortunatamente si è iniziato ad assistere a manifestazioni sempre più corrette filologicamente e rispondenti nella forma e nella sostanza alle epoche che si desidera riproporre. In tale frangente si è posta fortemente sin da subito la cesura tra Rievocatori veri e propri e meri “Figuranti”: i primi, infatti, appartengono a quel genere di appassionati che ricercano la maggior fedeltà storica nelle rievocazioni che organizzano, non solo nei materiali, che devono essere compatibili con quelli dell’epoca di riferimento, ma anche nei comportamenti da adottare, così da discostarsi minimamente dalle epoche o dalle figure impersonate, e lo fanno impegnandosi in uno studio ed in una ricerca assidua, nella letteratura storica, nei documenti e nelle fonti iconografiche; al contrario i figuranti sono soltanto delle comparse senza la minima conoscenza di quanto viene fatto, posti in determinate situazioni solamente per riempimento di contesti dei quali non intendono nulla, se non forse la semplice parte scenografica.
A seconda degli interessi specifici, ogni associazione ha iniziato a specializzarsi su determinati periodi storici: dalla protostoria, all’epoca romana, al medioevo o al Rinascimento, per giungere, in periodi più recenti, alla grande fioritura di gruppi rievocanti gli eventi del secondo conflitto mondiale.
Negli anni precedenti il centenario della Grande Guerra molte associazioni di appassionati di storia, presenti soprattutto nelle zone dell’arco alpino, hanno iniziato ad affiancare alla semplice, ma sempre importante, opera di divulgazione ex-cathedra, cioè in contesti di seminari, convegni o presentazione di libri su tali eventi bellici, anche la parte più squisitamente materiale e “vitale”, formando compagnie di Rievocatori che, con passione e competenza, potessero portare la conoscenza degli stessi direttamente nei luoghi nei quali questi si erano svolti, così da avvicinare alla Storia il maggior numero possibile di persone comuni.

Il Gruppo Storico

Il Gruppo di Rievocazione Storica 157° Rgt. Brigata di fanteria “Liguria” nasce nel 2015 in tale contesto, e nel 2016 entra a far parte dell’Associazione Nazionale del Fante, sezione di Breganze (VI), divenendo il gruppo storico ufficiale della Federazione di Vicenza. Esso rievoca la Brigata Liguria poichè, da fanti, si era alla ricerca di una brigata di fanteria da far rivivere in mezzo alla gente ma che fosse già disciolta, per evitare di portare le mostrine di chi ha fatto oggi una scelta di vita e che per quelle stesse insegne ancora oggi rischia la sua stessa esistenza. I vicentini, poi, sono particolarmente legati alla brigata Liguria, che si è coperta di onore nelle vicissitudini della Grande Guerra sul Monte Pasubio e sull’Altopiano dei Sette Comuni, avendo avuto un grande comandante come il generale Achille Papa e godendo anche di una discreta bibliografia, fatta di diari e testi che ne raccontano episodi di vita vissuta, dai quali prendere spunto per raccontare la storia degli uomini che la componevano.

Animato dalla passione dei suoi componenti per le vicende storiche che hanno caratterizzato l’Italia durante il periodo della Grande Guerra, il gruppo si pone lo scopo di promuovere la conoscenza della stessa ma soprattutto della vita vera vissuta dagli uomini comuni, protagonisti, loro malgrado, della Prima Guerra Mondiale. Per tale motivo, rievocando la composizione di un plotone di fanteria del Regio Esercito, con l’utilizzo di materiali d’epoca ed uniformi e attrezzature fedelmente ricostruite grazie anche al coinvolgimento degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore I.I.S. “Andrea Scotton” di Breganze (settore moda e settore meccanico), esso riporta in vita la memoria e le emozioni dei soldati impegnati nei campi di battaglia del fronte italiano della Prima Guerra Mondiale.

Il gruppo partecipa a cerimonie commemorative e ad eventi di rievocazione storica, facendo didattica per le scuole e le amministrazioni locali, con l’obiettivo di trasmettere soprattutto ai giovani e agli studenti in particolare la memoria degli immani sacrifici compiuti dal Popolo Italiano durante la Grande Guerra.

Tra le partecipazioni più importanti alle quali il gruppo prende parte c’è da ricordare la cerimonia annuale che si svolge presso la zona sacra di Valmagnaboschi, la terza domenica di giugno, dedicata alla memoria delle imprese che la Brigata Liguria compì sul monte Zovetto. Nel 2018 il gruppo ha preso parte alle riprese del cortometraggio del regista vicentino Dennis Dellai “La Matita Rossa” ambientato durante la Grande Guerra; vincitore di prestigiosi premi in rassegne nazionali ed internazionali.

Il 2021, anno delle celebrazioni del centenario del Milite Ignoto, ha visto il Gruppo impegnato in una rievocazione storica ambientata a Breganze che ha richiesto ben due anni di preparazione, ma che ha accolto migliaia di studenti delle scuole del territorio, facendo loro rivivere le vicende che si svolsero in occasione del passaggio del feretro del Milite Ignoto del 1921 in numerose cittadine del nord e del centro Italia.

Sempre in questo contesto, tra maggio e novembre dello stesso anno c’è stata l’impegnativa realizzazione di un cortometraggio a coronamento delle celebrazioni del 2021 (intitolato in maniera significativa “4 Novembre 1921”), con l’obiettivo di farlo diventare un vero e proprio strumento di studio a disposizione delle scuole, dando il via ad un ambizioso e più ampio progetto di didattica, con la realizzazione di un sito web destinato a diventare contenitore e strumento per veicolare la storia contemporanea nelle scuole.

Nel settembre del 2023 il Gruppo Storico entra a far parte dell’Istituto del Nastro Azzurro diventandone con orgoglio il gruppo storico ufficiale per la provincia di Vicenza.

Galleria Fotografica

Articoli dal Blog

Il Generale Achille Papa

Il Generale Achille Papa

"Alto come un granatiere, asciutto, tutto tendini e ossa, il generale Papa ricorda uno di quei montanari di razza, che hanno ottenuto dalle Alpi nervi come il granito, inflessibile tenacia, silenzio meditativo, instancabile attività. Ha gli occhi turchini come il...

leggi tutto
Cronache Capt M.R.Mower – Introduzione

Cronache Capt M.R.Mower – Introduzione

Iniziamo la pubblicazione di un diario-cronaca tenuto durante la Prima Guerra Mondiale da un immaginario Capitano dell’Esercito Britannico che ha prestato sevizio in Italia dal novembre 1917 (post Caporetto) fin oltre la fine del conflitto

leggi tutto
Il moschetto Carcano 91

Il moschetto Carcano 91

Il fucile Carcano modello 1891 è sicuramente il più noto fucile da fanteria italiano di tutti i tempi. Il suo aspetto iconico e l’alone leggendario che lo avvolge lo ha fatto divenire quasi un simbolo del nostro esercito e di tutti gli italiani appassionati di armi e...

leggi tutto

Componenti del Gruppo

I componenti del nostro gruppo in uniforme storica. Se vuoi inviare la tua candidatura per entrare a far parte del gruppo fai click sul pulsante in basso.

Feed Instagram

1 day ago
3 weeks ago
3 weeks ago
3 weeks ago
2 months ago
2 months ago